Storie di uomini e vite d'eroi
INCONTRO CON L'AUTORE

Giorno 22 febbraio 2018, gli alunni delle classi terze del 2° Istituto comprensivo "Canonico Vincenzo Bascetta”, nell’aula magna della scuola, hanno avuto un “ Incontro con l’autore…” .

Ospite gradito è stato il signor Alessandro Montalto autore del libro “Storie di uomini e vite d’eroi. Adernò e la grande guerra”.

Dopo aver studiato in classe la 1^ guerra mondiale, gli alunni hanno avuto la possibilità di approfondire l’argomento attraverso la storia personale di alcuni nostri concittadini, che loro malgrado furono costretti a lasciare la loro famiglia e avventurarsi nella cosiddetta “Grande guerra”. Il libro che è un diario di guerra, con foto, epistole e testimonianze tramandate ci ha permesso di conoscere l’Italia di cento anni fa attraverso il racconto degli Adernesi. Dopo la visione di una breve presentazione, l’Autore ha presentato il suo lavoro, raccontando che l’idea della stesura del libro va ricercata nel racconto del nonno, che ben trent’anni fa gli raccontava dei suoi due fratelli: Natale, reduce mutilato e, Carmelo, caduto a Caporetto.

Il libro segue il progetto dell’Autore iniziato con la mostra commemorativa realizzata in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale, mostra itinerante nelle scuole di Adrano ed esposta presso la sezione locale dell’ Associazione Nazionale Combattenti e Reduci “Domenico Sanfilippo”. Gli alunni con molta attenzione hanno ascoltato i racconti dell’Autore, in conclusione hanno posto domande su alcune curiosità presenti nel libro. Attraverso il vissuto dei Caduti, dei reduci e dei Mutilati, vogliamo far nostro l’appello dell’Autore: ”Bisogna guardarsi ben lungi e a dissentire da certe azioni…come la Guerra”.

Narrare gli umani gesti e le gesta eroiche degli adraniti di cent'anni fa, ha sicuramente risvegliato e coinvolto gli animi. L'incontro è stato piacevole, interattivo. La Grande Guerra, quindi, la grande storia è stata fatta passare per il vissuto locale. Si è così dimostrato, ancora una volta, come Adrano abbia dato sangue, vita e linfa, in questo grande conflitto europeo. Credo che tutto ciò che sia lettera, cartolina o diario di guerra, in qualche modo, catalizzi l'attenzione, perché dà uno spaccato storico, sociale, logistico della Grande Guerra, della trincea, degli orrori e anche descrive uomini di un tempo che fu capaci di essere sia cavalieri nella guerra che anche nell'altruismo. Ringrazio la Professoressa Sidoti e le colleghe di lettere per aver creato quest'evento.
Alessandro Montalto 

LINK