SCUOLA PRIMARIA
NUOVE MODALITÀ DI VALUTAZIONE

Si comunica a tutti i genitori degli alunni della scuola primaria chein riferimento all’Ordinanza Ministeriale n. 172 del 04-12-2020 e alle allegate "Linee guida"  la valutazione periodica e finale degli apprendimenti delle alunne e degli alunni subirà una profonda innovazione e sarà espressa, a partire già dal primo quadrimestre, attraverso un giudizio descrittivo riportato nel Documento di valutazione e riferito a differenti livelli di apprendimento, che andrà a sostituire il voto numerico.

I docenti della scuola primaria, nella prospettiva formativa della valutazione e della valorizzazione del miglioramento degli apprendimenti, saranno chiamati, infatti, ad esprimere, per ciascuna delle discipline di studio previste dalle Indicazioni Nazionali, compreso l’insegnamento trasversale di educazione civica,  giudizi descrittivi, formulati in base a quattro livelli di apprendimento, in relazione agli obiettivi previsti per ogni disciplina ed effettivamente affrontati nel periodo di riferimento (primo o secondo quadrimestre).

L’ottica è quella della valutazione per l’apprendimento che “precede, accompagna, segue” ogni processo curricolare e deve consentire di valorizzare i progressi negli apprendimenti degli allievi”.

I livelli di raggiungimento degli obiettivi utilizzati si riferiscono a quattro dimensioni principali (autonomia, tipologia nota/non nota della situazione, mobilitazione delle risorse necessarie per portare a termine il compito, continuità dell’apprendimento):

LIVELLI DI APPRENDIMENTO
DESCRITTORI
AVANZATO
L’alunno porta a termine compiti in situazioni note e non note, mobilitando una varietà di risorse sia fornite dal docente sia reperite altrove, in modo autonomo e con continuità.
INTERMEDIO
L’alunno porta a termine compiti in situazioni note in modo autonomo e continuo; risolve compiti in situazioni non note utilizzando le risorse fornite dal docente o reperite altrove, anche se in modo discontinuo e non del tutto autonomo.
BASE
L’alunno porta a termine compiti solo in situazioni note e utilizzando le risorse fornite dal docente, sia in modo autonomo ma discontinuo, sia in modo non autonomo, ma con continuità.
IN VIA DI PRIMA ACQUISIZIONE
L’alunno porta a termine compiti solo in situazioni note e unicamente con il supporto del docente e di risorse fornite appositamente.

Si precisa che, così come previsto dall’articolo 2, commi 3, 5 e 7 del D.Lgs 62/2017, non saranno modificate le modalità per la descrizione del processo e del livello globale di sviluppo degli apprendimenti, la valutazione del comportamento e dell’insegnamento della religione cattolica o dell’attività alternativa.

Per quanto concerne la valutazione delle alunne e degli alunni con disabilità certificata si comunica che  essa sarà formulata mediante giudizi descrittivi coerenti con gli obiettivi individuati nel piano educativo individualizzato, predisposto secondo le modalità previste ai sensi del D. Lgs. n. 66 del 13 aprile 2017; la valutazione delle alunne e degli alunni con disturbi specifici dell’apprendimento, inoltre, terrà conto del piano didattico personalizzato, elaborato ai sensi della Legge n. 170 (8 ottobre 2010), così come per gli altri alunni con bisogni educativi speciali per i quali il team docenti abbia predisposto un PDP.

Per coloro che volessero maggiormente approfondire l’innovazione prodotta dall'O.M. 172/2020  si consiglia di consultare il sito ministeriale preposto cliccando sul seguente link: https://www.istruzione.it/valutazione-scuola-primaria/index.html.

Si comunica, infine, che sul sito della scuola http://www.ic2adrano.edu.it/ sarà possibile visionare i “CRITERI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA “ predisposti per ogni classe.

LINK